Le vie della seta: biennale internazionale di cultura

Posted by: | Posted on: December 26, 2017

La Via della seta è una manifestazione culturale che si tiene nella città di Roma. La mostra viene sponsorizzata, anche con l’appoggio della Sovrintendenza ai Beni Culturali, per mostrare tutte le antiche scoperte del paese di Azerbaigian.

La manifestazione

Le vie della seta - biennale internazionale di culturaLa grande manifestazione della Via della Seta si tiene nei mercatini di Traiano. Si tratta di una grande mostra fotografica, dove si racconta il viaggio di alcune persone, che partirono dalla Cina fino ad arrivare ad Istanbul. Viene spiegato nei minimi dettagli tutto ciò che i viaggiatori facevano durante il loro pellegrinaggio.

Il viaggio consisteva nella ricerca di tessuti, stoffe e pietre preziose. Durante questo lunghissimo viaggio, imparavano anche l’arte della tintura della seta, la lavorazione di metalli preziosi e anche l’arte della decorazione delle stoffe.

Nelle esposizioni di fotografie, troviamo stand che espongono sete e stoffe di rara bellezze. Durante il girovagare tra le bancarelle, si possono ammirare tappeti provenienti dal Medio Oriente.

Uno dei viaggiatori più importanti di quel tempo fu Marco Polo. Era giovanissimo, quando intraprese questo meraviglio viaggio. Rimase lontano da casa per ben 25 anni ed è in Cina che scoprì le sete più pregiate. Tutto il percorso è raccontato nel suo libro Il Milione, uno dei libri più venduti al mondo.

Guida attraverso la via della seta

Le guide turistiche si occupano di illustrare le foto e gli stand ai turisti provenienti da ogni parte del mondo. Ci sono anche scolaresche a cui vengono spiegate tutte le culture e le lingue di questi straordinari paesi. Si organizzano anche spettacoli per bambini, con l’ausilio di alcuni animatori. Viene spiegata la storia di questi lunghi viaggi attraverso il mondo, con giochi e scenette divertenti. I turisti restano estasiati dal racconto delle guide su questi viaggiatori, che hanno percorso più di trentamila chilometri solo con dei cammelli.

Tra le foto più significative che si possono ammirare, c’è quella di una ragazza con uno sguardo così intenso, che lascia senza fiato. Tutta la manifestazione viene accompagnata da musicisti che si dilettano a suonare musica etnica. I turisti possono anche comprare stampe su seta e prodotti artigianali etnici. Per l’occasione, verranno riaperti due padiglioni delle Terme di Diocleziano dove ci sarà una grande mostra di luci cinesi, con le quali si raccontano tutti i cambiamenti che ci sono stati nei vari secoli in questo straordinario paese.

In alcuni musei si potranno ammirare capi di vestiario provenienti dall’Asia, e alcuni di questi potranno anche essere acquistati. Altri oggetti rari da poter ammirare sono disegni su pergamene di stoffa, dipinti con dei colori così vivi e lucidi, che non si può fare a meno di restarne ammaliati. Nei musei vengono esposti abiti da cerimonie nuziali risalenti all’800. Ci sono molti collezionisti che sono disposti a pagarli carissimi, pur di accaparrarsene uno.

Tutto questo viene organizzato per far capire quanto le tradizioni tar Oriente ed Occidente siano legate tra loro, e quanto tutto ciò sia così antico, eppure così attuale allo stesso momento.

La manifestazione si sarebbe dovuta concludere il 26 febbraio, ma, dato il successo, si protrarrà fino ad aprile.