Primavera in Caffarella

Posted by: | Posted on: January 3, 2018

La Caffarella è una valle, ricca di agricoltura e di ambienti naturali meravigliosi. Essendo ricca di sorgenti, la vegetazione cresce spontaneamente e si possono trovare moltissime varietà di alberi.

Il parco della Caffarella, storia e natura

La Valle della Caffarella ha una bellezza naturale straordinaria. Nasce dal fiume Almone. In tempi antichi c’era un bosco sacro, e per questo motivo molte famiglie costruirono lì le loro dimore. Verso la fine del ’500, diventò proprietà della famiglia dei Caffarelli. La natura, fin dall’Impero Romano, in questo parco, è stata sempre rispettata. Infatti anche oggi è la protezione del Parco Regionale dell’Appia Antica. Con l’arrivo della primavera, nel parco della Caffarella si organizzano attività e manifestazioni, sia per i turisti che per le persone del posto. Il parco della Caffarella

Tutto ciò, sempre ed esclusivamente a contatto con la natura. Già dalla metà di marzo, si possono organizzare escursioni guidate, sia a piedi che in bicicletta. Si organizzano anche eventi per bambini. Vengono seguiti da ragazzi che giocano con loro e gli insegnano l’amore ed il rispetto per la natura. Il 21 marzo ha inizio la festa della primavera. Il parco è un tripudio di fiori di ogni genere e colore. Nel mese di aprile, si organizza la festa degli aquiloni. Ogni bambino si costruisce il proprio aquilone da solo. Si partecipa ad un gara dove volteggiano tutti insieme nel vento. Vedere questo spettacolo di colori del vento lascia i bambini senza fiato.

Il Parco della Caffarella: itinerari

Un altro luogo importante da visitare in primavera, nel parco della Caffarella, è la Chiesa di Sant’Urbano. Anni fa era vietato l’ingresso ai turisti. La Chiesa è ricca di affreschi risalenti al XI secolo. Nella cripta, invece, ci sono statue dedicate alla Madonna. La Chiesa ha riaperto ai visitatore da pochi anni, grazie al Comune di Roma che ha acquistato l’edificio. Con la primavera c’è anche la riapertura del Museo delle Mura. Ci sono vari dipinti che descrivono la storia della città e i vari mutamenti, che il luogo ha avuto nei vari anni. Primavera in Caffarella

Nei dintorni del parco della Caffarella, ci sono molti bed and breakfast, pronti ad ospitare tutti i giovani, interessati a conoscere le bellezze del luogo in questa stagione. Durante le escursioni per il paesaggio, molti ragazzi, per restare a contatto con la natura, mangiano all’aperto, riunendosi tutti insieme facendo deliziosi pic nic. All’interno del parco, ci sono molti venditori ambulanti, con prodotti tipici e lavori di artigianato locale. Alla sera si organizzano feste e concerti, per festeggiare la stagione. Tutto è addobbato con fiori di ogni colore.

Il parco, negli ultimi anni, purtroppo, ha subito un degrado. Tutto ciò a causa dei rifiuti e delle opere d’arte abbandonate. Fortunatamente, sempre in primavera, molte associazioni, si riuniscono per pulire il parco e restaurare le opere d’arte. Il progetto va avanti ogni anno, e sembra che tutto ciò stia portando il Parco della Caffarella al suo antico splendore. Il comune di Roma, appunto per questo motivo, incentiva alle visite nella natura del parco, proprio per far capire che la natura è patrimonio di tutti e va rispettata. Solo così il turismo può continuare ad essere presente, in questa meravigliosa città.